Il vassoio d’argento

יום הזיכרון

Un altro anno è passato ed il numero dei caduti in Israele è inevitabilmente aumentato. Nel corso dell’ultimo anno sono caduti 116 soldati di cui 67 nell’operazione “Protective Edge”. Le statistiche aggiungono inoltre che 131 genitori , 11 spose e 187 fra fratelli e sorelle sono entrati nella tragica e triste “famiglia del lutto”. Ho già scritto diverse volte a riguardo dei numerosi significati che Yon haZikaron e Yom haAzmaut rappresentano per la società israeliana, ma le sfaccettature sono così numerose che è sempre possibile aggiungere qualcosa di nuova senza doversi mai ripetere. Questa volta ho scelto di pubblicare una famosa poesia di Nathan Alterman, “Il vassoio d’argento”, un testo che viene immancabilmente letto durante le cerimonie in ricordo dei caduti durante le guerre, gli addestramenti, attentati terroristici ed operazioni segrete. Continua a leggere

Annunci

Una gioia triste

יום עצמאות

Il passaggio dalla tristezza e lo strazio di yom ha zikaron alle celebrazioni di yom haAzmaut, la giornata dell’indipendenza, è così repentino e dicotomico da stupirmi ogni volta. Ma è una prova in più di quanto la volontà di una vita incerta sia sempre più forte di una morte certa. Una vita piena il più possibile di gioia, anche se nel nostro caso è una gioia triste. Continua a leggere

Una canzone per alleviare il dolore

Una canzone per alleviare il dolore

Una canzone per alleviare il dolore

La filosofia dell’ebraismo e’ permeata dal concetto del ricordo trasformato molte volte in un vero e proprio precetto, un dovere, Bisogna ricordare cosa ci ha fatto Amalek, che fummo schiavi in Egitto, la Shoah, la distruzione del Tempio e molto altro ancora. Questa “forma mentis” e’ molto viva anche in Israele soprattutto per quello che concerne il ricordo dei nostri cari. Continua a leggere